UN IMPORTANTE PROGETTO SUL TERRITORIO MILANESE: REGALARE UN SORRISO AI BAMBINI OSPITI DELLE COMUNITA' DI ACCOGLIENZA

Dal 2013, Children in Crisis Italy è attiva sul territorio milanese con un importante progetto:  il progetto "Sorriso" ha l’obiettivo di offrire ai minori che vivono in comunità attività aggiuntive rispetto al percorso terapeutico di base, che possano regalare a questi bambini dei momenti di svago, di serenità e di divertimento. 

Ogni anno, nella città di  Milano, migliaia di minori vengono presi in carico dai servizi sociali. Si tratta di bambini provenienti da famiglie in difficoltà, trovati in stato di abbandono, privi dei genitori, che hanno subito maltrattamento e abusi, oppure allontanati dalla loro famiglia su richiesta dell’Autorità Giudiziaria.

A sostegno di questi bambini e ragazzi interviene una rete di servizi pubblici e privati presenti sul territorio che offrono assistenza, come quella domiciliare o di supporto economico, ma anche accoglienza residenziale presso apposite comunità oppure tramite l’affido familiare. 

Ogni anno a Milano, circa un migliaio di bambini sono accolti presso comunità alloggio che offrono percorsi educativi volti a raggiungere obiettivi di crescita e di benessere psico-fisico. Le Comunità familiari o educative sono orientate a supportare le famiglie problematiche con un temporaneo allontanamento del minore, dando modo alla famiglia di curarsi, riorganizzarsi e attrezzarsi per fornire accoglienza adeguata ai propri figli.

Il periodo di permanenza all’interno di queste strutture può variare dai pochi giorni ai diversi mesi o anni. I bambini vivono all’interno di un ambiente protetto, che li aiuta ad affrontare i gravi traumi subiti e riconquistare la tranquillità quotidiana. 

Purtroppo però i momenti di svago, di divertimento, di gioco, di cultura possono essere momenti rari per questi bambini che vivono in comunità per via delle limitazioni economiche ed operative delle strutture di accoglienza.

Lo svago, come la salute, l’educazione, il riposo, il lavoro, è indispensabile alla dignità e allo sviluppo della persona e il diritto allo svago è sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani e nella Convenzione sui diritti del fanciullo. Le esperienze di divertimento sono infatti elementi fondanti per la formazione della personalità. 
La prima comunità con cui Children in Crisis Italy ha iniziato a collaborare nel 2013 è stato il Centro per il bambino maltrattato e la cura della crisi familiare (CBM).

Nel 2014, Children in Crisis Italy ha iniziato ad allargare l'offerta di attività anche ad altre strutture del territorio milanese: Associazione CAF, Fondazione Asilo Mariuccia e Associazione Giovani e Famiglie, arrivando nel 2015 a coinvolgere oltre 340 bambini e mamme.

Nel 2016, abbiamo iniziato una nuova e stretta collaborazione con la struttura di accoglienza “Scricciolo” rivolta a minori con fragilità sociale, appartenente  all’associazione Onlus “L’Impronta” di Milano.

La Comunità Educativa “Scricciolo” accoglie bambini in difficoltà tra i 4 e i 14 anni e si pone l’obiettivo,  attraverso un’accoglienza calda e famigliare di aiutare il minore a recuperare uno stato di benessere e serenità funzionale a promuovere i processi riparativi e di sviluppo delle potenzialità. 

Nell'ambito di questo progetto, Children in Crisis Italy si occupa anche di migliorare la qualità abitativa all'interno delle strutture. Per questo in occasione del trasferimento della Comunità Scricciolo presso la nuova sede in via Feraboli 15, a Milano, abbiamo contribuito, insieme alla Fondazione UBI Banca Commercio e Industria, offrendo una parte degli arredi. Grazie inoltre a Spinelli A&G srl per aver donato letti e comodini.



Con il sostegno di...








RIMANI INFORMATO VIA MAIL
Email *
Nome *
Cognome *
*campo obbligatorio
Sì, acconsento al trattamento dei dati (Privacy). La mia email non verrà mai ceduta a terzi, verrà utilizzata esclusivamente per ricevere da voi informazioni sui vostri servizi e potrò richiedere la visione, l'aggiornamento o la cancellazione in qualsiasi momento.