QUANDO STUDIARE NON È SOLO UN SOGNO: LA STORIA DI ASNATH

Asnath è una giovane donna sorridente e determinata. Ha 19 anni e vive nei dintorni di Dar es Salaam, in Tanzania. Asnath ha due sorelle e un fratello: suo padre è morto di AIDS sette anni fa e lei lo ha assistito, rimanendo al suo fianco fino alla fine. Suo padre era l’unico nella famiglia a lavorare: dopo la sua morte, sua madre è rimasta sola a dover crescere e dar da mangiare a quattro figli, ed ha iniziato quindi a lavorare vendendo cibo nelle strade.

Asnath è sempre stata brava a scuola e ama molto studiare: la sua vita è stata stravolta dalla morte del padre e senza l’aiuto di Children in Crisis avrebbe dovuto abbandonare gli studi appena finita la scuola primaria, per aiutare in casa e non gravare ulteriormente sulla madre e i fratelli.

Ma la vita di Asnath prende un’altra strada: entra in contatto con il Forum of African Women Educationalist (FAWE), il nostro partner locale, e grazie alla borsa di studio del programma “Dalla parte delle bambine” di Children in Crisis Italy in Tanzania, ha la possibilità di frequentare con successo la scuola superiore Benjamin William Mkapa, diplomandosi quest’anno. 
Da qualche giorno Asnath ha ricevuto la notizia tanto attesa: è stata accettata all’Università di Dar es Salaam, dove studierà economia. Ha realizzato il suo sogno e potrà costruire il proprio futuro e quello della sua famiglia in base alle sue scelte e alle sue passioni.

Asnath ce l’ha fatta: è una ragazza sveglia, con tanta forza di volontà e voglia di studiare. Ma in Africa, la forza di volontà e la voglia di studiare non sono sufficienti affinchè una ragazza possa continuare gli studi e andare all’università. In Tanzania, la scuola secondaria non è gratuita: le bambine sono quindi le prime a dover abbandonare gli studi, sia per motivi economici, che per costrizioni culturali. La mancanza di consapevolezza delle famiglie sull’importanza di andare a scuola costringe le ragazze a matrimoni in età precoce, con la conseguenza di gravidanze tra le giovani alunne, che inevitabilmente abbandonano la scuola. 

L’istruzione delle ragazze e delle donne è invece il motore per lo sviluppo non solo personale, ma di intere comunità e paesi: una donna istruita ha il 50% di probabilità in più di crescere figli sani che a loro volta andranno a scuola. Una ragazza che continua a studiare dopo le elementari, è cinque volte più consapevole dei rischi di contrarre l’HIV/AIDS, vera piaga del paese e dell’Africa in generale, che una donna analfabeta. Più in generale, una donna che studia è una donna più informata, consapevole e forte.

Sono già 155 le ragazze che come Asnath possono studiare e costruirsi un futuro grazie alle borse di studio di Children in Crisis Italy: c’è ancora tanto da fare e abbiamo bisogno del tuo aiuto!


Contribuisci anche tu a dare una voce a tante ragazze in Tanzania: sostieni il progetto "Dalla parte delle bambine"
RIMANI INFORMATO VIA MAIL
Email *
Nome *
Cognome *
*campo obbligatorio